Grande successo per il decennale dell’Hospice di Dovadola

http://www.amicihospiceforli.it/wp-content/uploads/2017/03/foto-3logoweb.jpgGrande successo per il decennale dell’Hospice di Dovadola

Oltre 600 presenze hanno caratterizzato i 4 appuntamenti svoltisi nel mese di ottobre per celebrare i 10 anni dell’Hospice di Dovadola intitolato a Benedetta Bianchi Porro: due concerti (Ensamble Orpheus e Daniela Ronconi), una commedia dialettale (Gaiunaz del Cinecircolo del Gallo) e una conferenza con ospiti del calibro di Mario Melazzini e di Marcello Tonini (direttore generale dell’ASL Romagna).
L’Hospice è dislocato nello Spedale Zauli, conta 8 posti letto, è gestito dall’AUSL Romagna e sostenuto con forza dall’associazione Amici dell’Hospice e dal Comune di Dovadola, basa le proprie attività sul concetto innovativo di cure palliative che abbracciano problematiche cliniche, psicologiche, assistenziali e spirituali nei confronti di persone ammalate di tumore e dei loro famigliari.
“La risposta agli eventi che abbiamo proposto – spiegano Marco Maltoni, direttore dell’U.O. Cure Palliative ASL Romagna e Gabriele Zelli, sindaco di Dovadola – è stata decisamente superiore alle nostre aspettative, tanto che il Teatro Comunale della cittadina che ha dato i natali a Benedetta Bianchi Porro ha contenuto a fatica le tante persone che hanno voluto, con la loro presenza, non solo assistere ad eventi decisamente riusciti, ma anche testimoniare il proprio apprezzamento in merito all’attività che l’Hospice svolge quotidianamente”.
Il risultato positivo è stato confermato anche dalla raccolta fondi effettuata durante i 4 eventi: sono stati donati, infatti, all’associazione Amici dell’Hospice, promotrice del ciclo di iniziative, oltre 2.500 euro.
“Con tale cifra – spiega Alvaro Agasisti, presidente dell’associazione – finanzieremo parte dell’acquisto di 8 poltrone letto, da mettere a disposizione dei famigliari delle persone ospiti dell’Hospice. Riusciremo, poi, a coprire l’intero importo dell’investimento, grazie alla generosità di un imprenditore dovadolese, che metterà a disposizione le risorse mancanti per coprire tutti i costi dell’investimento”.